FOTOGRAFIA - FESTIVAL INTERNAZIONALE DI ROMA

aprile - settembre 2004


VERSIONE SOLO TESTO | VERSIONE COMPLETA | DEFAULT FONT |

| Esposizioni | Dura Bellezza | Fotozine | Catalogo | Stampa | Credits | Partner | Contatti | Newsletter | english | 2002 | 2003 |

Valid XHTML 1.0! Valid CSS!


PH02.jpg PH05.jpg albino.jpg

RITRATTI DI ALBINI
15 aprile – 16 maggio

I ritratti di Albini di Pieter Hugo sono in realtà frammenti di specchi. A guardarli bene quegli occhi chiari e trasparenti, quei capelli di un colore che non ha colore, quella pelle fragile e delicata, ci raccontano in fondo di noi, portano alla luce le nostre paure e i nostri pregiudizi. "Un albino è una persona, non una condizione", dice Mangoliso Ngcobo, 27 anni, della Albinos Association in Sud Africa. Eppure quelle persone diventano quasi paradigma della diversità e della nostra capacità di saperla affrontare e condividere. L'albinismo è una condizione genetica che può colpire uomini e
donne di diverse razze e che consiste nell'assenza o insufficienza di melanina, la proteina che conferisce colore alla pelle. Gli effetti principali sono una particolare vulnerabilità dell'epidermide, esposta al rischio di cancro, e problemi alla vista. L'ignoranza e il pregiudizio li costringono spesso a vivere come veri e propri fuori casta, reietti del genere umano, e al tempo stesso mettono a nudo la nostra latente xenofobia. Pieter Hugo ha scelto di guardarli dritto nei loro occhi: chi può dire di che natura siano gli angeli?


A cura di: Domitilla Sartogo
Produzione: Fabrica - Centro di Ricerca sulla Comunicazione del Gruppo Benetton


Pieter Hugo
L'interesse di Pieter Hugo, fotografo di origini Sudafricane, oscilla tra la fotografia documentaristica di impronta sociale e lavori più artistici e sperimentali. I temi delle sue fotografie vanno dalla schiavitù infantile nel Sudan straziato dalla guerra, ai campi di rifugiati curdi in Italia, agli ospedali psichiatrici di massima sicurezza in Sud Africa. Tra i suoi clienti l'Organizzazione Mondiale della Sanità, UNICEF, Anti-Slavery International e The New Yorker.


Galleria Nazionale d'Arte Moderna - Libreria Sacs
calcola il percorso
vedi mappa
Viale delle Belle Arti, 131 Roma Italia
06 36002604
ORARIO: martedì-domenica, 8,30 – 19,30; sabato, 9 – 23. Chiuso il lunedì.
La biglietteria chiude 40 minuti prima.

BIGLIETTO: ingresso gratuito per l'accesso alla libreria Sacs.
Sito ufficiale

-------------------------------------------------------------------
GOCARD consiglia
Libreria Note Book all'Auditorium
Auditorium visite guidate
Auditorium Concerti
Family Concert a Santa Cecilia
Vino e Musica a Santa Cecilia
Bioparco
Goody Music
DJ School